Altra sfida insidiosa per l’UBP, la Virtus Murano sbarca a Mortise Out Andreani per infortunio. Coach Volpato: «Mettiamo in campo la nostra identità»

da | Ott 23, 2021 | Home, Unione Basket Padova | 0 commenti

Il quarto turno del campionato di C Gold riporta il Guerriero Padova nel catino del PalaSavio, dove oggi, alle 18, farà da sparring partner la Virtus Murano. Ancora una volta, l’UBP si ritrova al cospetto di un’avversaria ferma al palo, con tutte le insidie che ne derivano da questo tipo di gare in cui anche la tensione tende a giocare un suo ruolo. Per l’Unione, che deve fare i conti con l’assenza dell’infortunato Lorenzo Andreani e qualche acciaccato, diventa rilevante come tipo di scontro, anzitutto perché c’è in ballo il primato e in secondo luogo perché è il primo di una serie di confronti indicativi circa la sua effettiva solidità.

L’AVVERSARIA. Diventa imperativo vincere per la Virtus Murano. La formazione lagunare, rimasta a bocca asciutta nelle prime tre giornate, sbarcherà a Mortise con il proposito di sbloccarsi. Dopo aver perso all’esordio contro Bassano (62-71), aver ceduto nettamente a Montebelluna (95-72) e aver quasi completato la rimonta con il Cus Trieste (77-80), la squadra di coach Alvise Turchetto punterà anche sull’orgoglio dell’ex Petrarca e UBP Giovanni Basso per provare a rifarsi. Murano ha rinnovato parecchio negli ultimi mesi: nuova guida tecnica (dopo la separazione da Andrea Ferraboschi), ma anche nuovi interpreti. Oltre a Basso sono approdati sull’isola un altro ex Petrarca come Tommaso Gallo dall’Abano Montegrotto e Andrea Segato da Mestre. Sotto le plance giostrano il lungo Luigi Ndoye (ex Jesolo e San Donà) e l’imponente centro montenegrino Aleksandar Jovic (208 centimetri) che vanta alle spalle un decennio di trascorsi nei campionati regionali e interregionali in giro per l’Italia.    

QUI UNIONE. Come preannunciato, il Guerriero dovrà fare a meno del suo regista Andreani: il play marchigiano, che ha festeggiato in settimana la nascita del secondogenito Diego, ha rimediato un guaio muscolare al polpaccio contro il Leoncino Mestre, che lo costringerà a restare fermo ai box per qualche altro giorno. Alla ricerca di riscontri sul piano del gioco, l’Unione farà quindi nuovamente di necessità virtù con Nicola Bombadieri ed Enrico Stavla che avranno l’opportunità di ritagliarsi minuti importanti sul parquet per dimostrare il proprio valore. «Murano è una squadra più strutturata su quelli che possono essere i canoni del campionato di C Gold», argomenta coach Fabio Volpato, «Da parte nostra devono esserci lo stimolo e le motivazioni per giocare a basket mettendo in campo la nostra identità. L’assenza di Andreani è importante, ma bisognerà essere in grado di sopperire con altri giocatori chiamati a bilanciare il gioco contro un’avversaria che ha certamente avuto un avvio di stagione difficile, ma che aspetta la partita giusta per rompere il ghiaccio. Sono fiducioso che i ragazzi approccino bene e giochino una gara completa, intensa, prestando molta attenzione».

* CREDIT FOTO UBP

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova