Piani Bolzano Vs Petrarca Padova

66 - 58
(13-13, 13-15; 21-13, 19-17 / 13-13, 26-28; 47-41)
Piani Bolzano: Ferrari A. 6, Tiribello F. 8, Pizzo D., Vettori S. 15, Gaye I. 2, Allen M. 11, Bazzan C. 9, Ferretti F. ne, Valerio N. ne, Ferretti F., Zaharie A., Somvi J. 15.
All.re: Minati.
Petrarca Padova: Basso G. 19, Boniolo F. 3, Bozhenski S. 3, Breggiè G. 11, De Agostini E. 2, Guberti D. 2, Marini L. 4, Millevoi F. 2, Owas C. ne, Salvato G. 12.
All.re: Imbimbo.
1o Arbitro: Cristofoli Nicola di Venezia (VE)
2o Arbitro: Secchieri Diego di Venezia (VE)

Piani Bolzano
Petrarca Padova
1 Apr, Piani Bolzano - Petrarca Padova   66 58
Petrarca Battuta, i Piani non mollano la presa!
Siamo ancora da corsa!
Bella vittoria dei ragazzi di coach minati, contro la rognosissima Petrarca Padova, squadra che non ha mai mollato fino alla sirena finale. Ma i nostri ragazzi sono rimasti con loro e alla fine hanno fatto valere la maggior freschezza, portando a casa l’ennesimo referto rosa di questa splendida stagione.
La temperatura del PalaMazzali e’ in linea con questo scorso di stagione, ossia parecchio calda, ma non cosi’ le mani dei giocatori. Il primo quarto e’ un festival di tiri sbagliati, e finisce con un inusuale 13-13. Per i bolzanini solo Mario Allen sembra avere le chiavi del canestro, e unisce alla sua solita difesa anche un buon contributo offensivo.
Ma i Piani sembrano un po’ distratti, subiscono canestri anche banali da sotto, che si spiegano anche con le rotazioni ridotte all’osso per Minati: alla cronica assenza di Fontana si somma un Zaharie che deve ancora recuperare dal malanno alla caviglia e gioca comprensibilemnte sulle uova. A dare una mano allo stoico Somvi ci sono solo Federico Ferretti (che parte in quintetto) e Christian Bazzan, che gistra sempre da lungo atipico. Abbastanza normale quindi vedere ampi bravi di zona e qualche giro a vuoto nelle rotazioni, con avversari che possono riceve nei pressi del canestro (senza per fortuna, approfittarne appieno).
Ma il coach non e’ soddisfatto dell’approccio e, quando all’intervallo, si guadagna la strada degli spogliatoi sotto di due punti 26-28, la sua espressione e’ di quelle che promettono shampoo, barba e capelli per tutti.
Detto, fatto: gli occhi dei nostri eroi sono decisamente diversi, l’intensita’ sale di almeno due livelli e Sam Vettori vuole mettere la sua mano sulla gara. Iniziative in percussione, condite dalla solita classe, e con la collaborazione di un Bazzan che ha sempre tempi scenici ottimali per le sue coclusioni dall’arco (saranno 3 a fine gara).
I Piani si costruiscono un gruzzolo di 9 punti a fine quarto, che diventano 6 per una tripla stile “circus” di Boniolo a fil di sirena.
E non è finita qui: Breggiè estrae dal cilindro 2 bombe in fila, e la gara ritorna punto a punto. La partita continua a non avere un padrone, le difese beneficiano di un arbitraggio “all’inglese” che tollera anche contatti che al pubblico (foltissimo e con buona rappresentanza patavina) sembrano falli.
Su un’azione, emblematica, la garasembra decidersi: una serie di rimpalli in pieno stile calcistico, con tuffi e deviazioni, fnche’ la palla finisce nelle mani di Sam Vettori al 23esimo secondo dell’azione: tripla in corsa e schiaffo alla retina, con il PalaMazzali che “viene giu” per l’ennesima volta .
Neanche il tempo di rifiatare che a Sam viene fischiato il 5o fallo (ci permettiamo, un po’ fiscale, visto il metro, ma tant’e').
Altri brividi lungo le schiene bolzanine, ma il vantaggio di 3 punti resta tale ed un glaciale Julian Somvi (che, leone silenzioso, ha unito ai 15 punti ben 18 rimbalzi) sancisce dalla lunetta il vantaggio.
C’e’ solo tempo per registrare l’espulsione del coach ospite Imbimbo ed i due liberi di un positivo Tiribello, per il 66-58 finale.
Non e’ stata una bella gara, ma stiamo entrando nel vivo e le partite assomiglieranno sempre piu’ a questa: dure, spigolose e dove la grinta e la fame faranno la differenza, specie se accompagnate alla lucidita’.
Adesso spazio alla meritata pausa di Pasqua. Ma il 14 aprile i Piani sono attesi all’ennesimo esame: si va ad Ormelle, capolista non piu’ solitaria e desiderosa di rivincita dopo la sconfitta contro Arzignano.
I Piani ci vanno con la serenita’ e la forza di poter guardare negli occhi qualunque avversario, anche i favoriti per la vittoria finale.
Ma prima, buona Pasqua ai nostri sostenitori e a tutti i Pianisti!

NOTE:
Tiri da 3 punti: Piani (Bazzan 3, Allen, Vettori), Petrarca (Breggiè 3, Bozhenski, Basso, Boniolo, Salvato)
Usciti per falli: Piani (Vettori), Petrarca (nessuno);
da http://www.uspiani.it/


Il colpo gobbo a Bolzano è soltanto sfiorato. Per metà gara, il Petrarca ha pregustato la possibilità di un raid esterno sul campo della terza forza del campionato, ma ha dovuto poi inchinarsi al Piani, che nella ripresa ha ribaltato l’inerzia dell’incontro a proprio favore. Una partita divertente e gradevole, macchiata però da un arbitraggio insufficiente e irritante. Negli ultimi secondi di gioco, la coppia arbitrale veneziana ha espulso (giustamente) per proteste coach Imbimbo, finora mai sanzionato neppure con un fallo tecnico in C Regionale.
Ma ciò che lascia l’amaro in bocca è l’atteggiamento strafottente dei due uomini vestiti in grigio per l’intero arco di gioco. Desta sconcerto come al momento dell’espulsione di Nicola Imbimbo, il primo arbitro abbia mantenuto le distanze non trovando neppure il coraggio di comunicare al diretto interessato la propria decisione. Tutto era nato da un intervento falloso ai danni di Gabriele Salvato, sul quale i direttori di gara avevano (ingiustamente) sorvolato, non assegnato neanche la rimessa agli ospiti, dopo che la palla, roteando attorno al ferro, era stata smanacciata a lato dalla difesa locale. Da qui, sono scaturite le rimostranze dell’allenatore bianconero e la sua uscita anticipata dal rettangolo di gioco, mentre il tabellone luminoso segnava 63-58.
In seguito, Somvi e Tiribello hanno infilato altri tre liberi suggellando il 66-58 del 40’. Forse, il Petrarca non sarebbe comunque riuscito ad aggiudicarsi la vittoria, ma avremmo auspicato un comportamento più consono, meno presuntuoso e indisponente, da parte degli arbitri. La svolta alla sfida era però arrivata a 100 secondi dall’ultima sirena con i bianconeri sotto di 3 lunghezze (58-55). Su un pallone vagante intercettato da Stanislav Bozhenski si gettavano pure Salvato e Zaharie. La sfera terminava nelle mani del cecchino Vettori, che con un terzo tempo sparava in sospensione dai 7 metri una tripla devastante (61-55). Salvato al tiro franco e Giovanni Basso accorciavano a -3 il divario (61-58), quando il cronometro concedeva meno di 24 secondi al termine. Il fallo sistematico non pagava e l’ex Triveneta Gattamelata Somvi realizzava dalla linea della carità (63-58), prima dell’epilogo sopradescritto.
Della difficile trasferta di Bolzano, resta in ogni caso la bella prova dei nostri ragazzi, che hanno giocato a viso aperto contro una compagine di notevole spessore tecnico. Nel primo tempo, Il quintetto patavino ha tenuto testa alla formazione di Minati mostrando un buon basket. Il Piani è pervenuto al +9 del massimo vantaggio (47-38), grazie a una bomba di Bazzan, a cui ha subito replicato Fabio Boniolo. Dal perimetro, fatta eccezione per capitan Bozhenski in giornata negativa (ma il suo contributo è stato ineccepibile in difesa), gli alfieri bianconeri hanno sganciato 7 siluri con un Giacomo Breggiè praticamente perfetto (3/3 dall’arco). Nella fase difensiva, sempre Salvato si è distinto per la sua marcatura e le tre stoppate rifilate a Samuele Vettori, capocannoniere del torneo, rimasto quasi a secco (due soli punti) nella porzione iniziale trasformando 6 dei suoi 8 punti dalla lunetta nel terzo periodo.
La prossima tappa, passate le vacanze pasquali, vedrà impegnato il gruppo della C in casa, domenica 15 aprile (ore 18.30), contro la Trevigiana, che proprio in coabitazione con i bolzanini occupa la terza piazza della graduatoria.
http://www.pataviumpetrarca.it/


di Redazione PlayBasket



Piani Bolzano

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Ferrari A. [#4] 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Tiribello F. [#6] 8 - - - - - - - - - - - - - - -
Pizzo D. [#7] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Vettori S. [#8] 15 - - - - - - - - - - - - - - -
Gaye I. [#9] 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Allen M. [#10] 11 - - - - - - - - - - - - - - -
Bazzan C. [#11] 9 - - - - - - - - - - - - - - -
Ferretti F. [#18] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Zaharie A. [#19] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Somvi J. [#20] 15 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  66 - - - - - - - - - - - - - - -




Petrarca Padova

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Basso G. 19 - - - - - - - - - - - - - - -
Boniolo F. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Bozhenski S. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Breggiè G. 11 - - - - - - - - - - - - - - -
De Agostini E. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Guberti D. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Marini L. 4 - - - - - - - - - - - - - - -
Millevoi F. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Salvato G. 12 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  58 - - - - - - - - - - - - - - -



C Gold2011/2012
Girone Unico »
« Play-Off

Piani Bolzano Vs Petrarca Padova

66 - 58
(13-13, 13-15; 21-13, 19-17 / 13-13, 26-28; 47-41)
Piani Bolzano: Ferrari A. 6, Tiribello F. 8, Pizzo D., Vettori S. 15, Gaye I. 2, Allen M. 11, Bazzan C. 9, Ferretti F. ne, Valerio N. ne, Ferretti F., Zaharie A., Somvi J. 15.
All.re: Minati.
Petrarca Padova: Basso G. 19, Boniolo F. 3, Bozhenski S. 3, Breggiè G. 11, De Agostini E. 2, Guberti D. 2, Marini L. 4, Millevoi F. 2, Owas C. ne, Salvato G. 12.
All.re: Imbimbo.
1o Arbitro: Cristofoli Nicola di Venezia (VE)
2o Arbitro: Secchieri Diego di Venezia (VE)

Piani Bolzano
Petrarca Padova
1 Apr, Piani Bolzano - Petrarca Padova   66 58
Petrarca Battuta, i Piani non mollano la presa!
Siamo ancora da corsa!
Bella vittoria dei ragazzi di coach minati, contro la rognosissima Petrarca Padova, squadra che non ha mai mollato fino alla sirena finale. Ma i nostri ragazzi sono rimasti con loro e alla fine hanno fatto valere la maggior freschezza, portando a casa l’ennesimo referto rosa di questa splendida stagione.
La temperatura del PalaMazzali e’ in linea con questo scorso di stagione, ossia parecchio calda, ma non cosi’ le mani dei giocatori. Il primo quarto e’ un festival di tiri sbagliati, e finisce con un inusuale 13-13. Per i bolzanini solo Mario Allen sembra avere le chiavi del canestro, e unisce alla sua solita difesa anche un buon contributo offensivo.
Ma i Piani sembrano un po’ distratti, subiscono canestri anche banali da sotto, che si spiegano anche con le rotazioni ridotte all’osso per Minati: alla cronica assenza di Fontana si somma un Zaharie che deve ancora recuperare dal malanno alla caviglia e gioca comprensibilemnte sulle uova. A dare una mano allo stoico Somvi ci sono solo Federico Ferretti (che parte in quintetto) e Christian Bazzan, che gistra sempre da lungo atipico. Abbastanza normale quindi vedere ampi bravi di zona e qualche giro a vuoto nelle rotazioni, con avversari che possono riceve nei pressi del canestro (senza per fortuna, approfittarne appieno).
Ma il coach non e’ soddisfatto dell’approccio e, quando all’intervallo, si guadagna la strada degli spogliatoi sotto di due punti 26-28, la sua espressione e’ di quelle che promettono shampoo, barba e capelli per tutti.
Detto, fatto: gli occhi dei nostri eroi sono decisamente diversi, l’intensita’ sale di almeno due livelli e Sam Vettori vuole mettere la sua mano sulla gara. Iniziative in percussione, condite dalla solita classe, e con la collaborazione di un Bazzan che ha sempre tempi scenici ottimali per le sue coclusioni dall’arco (saranno 3 a fine gara).
I Piani si costruiscono un gruzzolo di 9 punti a fine quarto, che diventano 6 per una tripla stile “circus” di Boniolo a fil di sirena.
E non è finita qui: Breggiè estrae dal cilindro 2 bombe in fila, e la gara ritorna punto a punto. La partita continua a non avere un padrone, le difese beneficiano di un arbitraggio “all’inglese” che tollera anche contatti che al pubblico (foltissimo e con buona rappresentanza patavina) sembrano falli.
Su un’azione, emblematica, la garasembra decidersi: una serie di rimpalli in pieno stile calcistico, con tuffi e deviazioni, fnche’ la palla finisce nelle mani di Sam Vettori al 23esimo secondo dell’azione: tripla in corsa e schiaffo alla retina, con il PalaMazzali che “viene giu” per l’ennesima volta .
Neanche il tempo di rifiatare che a Sam viene fischiato il 5o fallo (ci permettiamo, un po’ fiscale, visto il metro, ma tant’e').
Altri brividi lungo le schiene bolzanine, ma il vantaggio di 3 punti resta tale ed un glaciale Julian Somvi (che, leone silenzioso, ha unito ai 15 punti ben 18 rimbalzi) sancisce dalla lunetta il vantaggio.
C’e’ solo tempo per registrare l’espulsione del coach ospite Imbimbo ed i due liberi di un positivo Tiribello, per il 66-58 finale.
Non e’ stata una bella gara, ma stiamo entrando nel vivo e le partite assomiglieranno sempre piu’ a questa: dure, spigolose e dove la grinta e la fame faranno la differenza, specie se accompagnate alla lucidita’.
Adesso spazio alla meritata pausa di Pasqua. Ma il 14 aprile i Piani sono attesi all’ennesimo esame: si va ad Ormelle, capolista non piu’ solitaria e desiderosa di rivincita dopo la sconfitta contro Arzignano.
I Piani ci vanno con la serenita’ e la forza di poter guardare negli occhi qualunque avversario, anche i favoriti per la vittoria finale.
Ma prima, buona Pasqua ai nostri sostenitori e a tutti i Pianisti!

NOTE:
Tiri da 3 punti: Piani (Bazzan 3, Allen, Vettori), Petrarca (Breggiè 3, Bozhenski, Basso, Boniolo, Salvato)
Usciti per falli: Piani (Vettori), Petrarca (nessuno);
da http://www.uspiani.it/


Il colpo gobbo a Bolzano è soltanto sfiorato. Per metà gara, il Petrarca ha pregustato la possibilità di un raid esterno sul campo della terza forza del campionato, ma ha dovuto poi inchinarsi al Piani, che nella ripresa ha ribaltato l’inerzia dell’incontro a proprio favore. Una partita divertente e gradevole, macchiata però da un arbitraggio insufficiente e irritante. Negli ultimi secondi di gioco, la coppia arbitrale veneziana ha espulso (giustamente) per proteste coach Imbimbo, finora mai sanzionato neppure con un fallo tecnico in C Regionale.
Ma ciò che lascia l’amaro in bocca è l’atteggiamento strafottente dei due uomini vestiti in grigio per l’intero arco di gioco. Desta sconcerto come al momento dell’espulsione di Nicola Imbimbo, il primo arbitro abbia mantenuto le distanze non trovando neppure il coraggio di comunicare al diretto interessato la propria decisione. Tutto era nato da un intervento falloso ai danni di Gabriele Salvato, sul quale i direttori di gara avevano (ingiustamente) sorvolato, non assegnato neanche la rimessa agli ospiti, dopo che la palla, roteando attorno al ferro, era stata smanacciata a lato dalla difesa locale. Da qui, sono scaturite le rimostranze dell’allenatore bianconero e la sua uscita anticipata dal rettangolo di gioco, mentre il tabellone luminoso segnava 63-58.
In seguito, Somvi e Tiribello hanno infilato altri tre liberi suggellando il 66-58 del 40’. Forse, il Petrarca non sarebbe comunque riuscito ad aggiudicarsi la vittoria, ma avremmo auspicato un comportamento più consono, meno presuntuoso e indisponente, da parte degli arbitri. La svolta alla sfida era però arrivata a 100 secondi dall’ultima sirena con i bianconeri sotto di 3 lunghezze (58-55). Su un pallone vagante intercettato da Stanislav Bozhenski si gettavano pure Salvato e Zaharie. La sfera terminava nelle mani del cecchino Vettori, che con un terzo tempo sparava in sospensione dai 7 metri una tripla devastante (61-55). Salvato al tiro franco e Giovanni Basso accorciavano a -3 il divario (61-58), quando il cronometro concedeva meno di 24 secondi al termine. Il fallo sistematico non pagava e l’ex Triveneta Gattamelata Somvi realizzava dalla linea della carità (63-58), prima dell’epilogo sopradescritto.
Della difficile trasferta di Bolzano, resta in ogni caso la bella prova dei nostri ragazzi, che hanno giocato a viso aperto contro una compagine di notevole spessore tecnico. Nel primo tempo, Il quintetto patavino ha tenuto testa alla formazione di Minati mostrando un buon basket. Il Piani è pervenuto al +9 del massimo vantaggio (47-38), grazie a una bomba di Bazzan, a cui ha subito replicato Fabio Boniolo. Dal perimetro, fatta eccezione per capitan Bozhenski in giornata negativa (ma il suo contributo è stato ineccepibile in difesa), gli alfieri bianconeri hanno sganciato 7 siluri con un Giacomo Breggiè praticamente perfetto (3/3 dall’arco). Nella fase difensiva, sempre Salvato si è distinto per la sua marcatura e le tre stoppate rifilate a Samuele Vettori, capocannoniere del torneo, rimasto quasi a secco (due soli punti) nella porzione iniziale trasformando 6 dei suoi 8 punti dalla lunetta nel terzo periodo.
La prossima tappa, passate le vacanze pasquali, vedrà impegnato il gruppo della C in casa, domenica 15 aprile (ore 18.30), contro la Trevigiana, che proprio in coabitazione con i bolzanini occupa la terza piazza della graduatoria.
http://www.pataviumpetrarca.it/


di Redazione PlayBasket



Piani Bolzano

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Ferrari A. [#4] 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Tiribello F. [#6] 8 - - - - - - - - - - - - - - -
Pizzo D. [#7] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Vettori S. [#8] 15 - - - - - - - - - - - - - - -
Gaye I. [#9] 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Allen M. [#10] 11 - - - - - - - - - - - - - - -
Bazzan C. [#11] 9 - - - - - - - - - - - - - - -
Ferretti F. [#18] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Zaharie A. [#19] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Somvi J. [#20] 15 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  66 - - - - - - - - - - - - - - -




Petrarca Padova

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Basso G. 19 - - - - - - - - - - - - - - -
Boniolo F. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Bozhenski S. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Breggiè G. 11 - - - - - - - - - - - - - - -
De Agostini E. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Guberti D. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Marini L. 4 - - - - - - - - - - - - - - -
Millevoi F. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Salvato G. 12 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  58 - - - - - - - - - - - - - - -



C Gold2011/2012
Girone Unico »
« Play-Off

Piani Bolzano Vs Petrarca Padova

66 - 58
(13-13, 13-15; 21-13, 19-17 / 13-13, 26-28; 47-41)
Piani Bolzano: Ferrari A. 6, Tiribello F. 8, Pizzo D., Vettori S. 15, Gaye I. 2, Allen M. 11, Bazzan C. 9, Ferretti F. ne, Valerio N. ne, Ferretti F., Zaharie A., Somvi J. 15.
All.re: Minati.
Petrarca Padova: Basso G. 19, Boniolo F. 3, Bozhenski S. 3, Breggiè G. 11, De Agostini E. 2, Guberti D. 2, Marini L. 4, Millevoi F. 2, Owas C. ne, Salvato G. 12.
All.re: Imbimbo.
1o Arbitro: Cristofoli Nicola di Venezia (VE)
2o Arbitro: Secchieri Diego di Venezia (VE)

Piani Bolzano
Petrarca Padova
1 Apr, Piani Bolzano - Petrarca Padova   66 58
Petrarca Battuta, i Piani non mollano la presa!
Siamo ancora da corsa!
Bella vittoria dei ragazzi di coach minati, contro la rognosissima Petrarca Padova, squadra che non ha mai mollato fino alla sirena finale. Ma i nostri ragazzi sono rimasti con loro e alla fine hanno fatto valere la maggior freschezza, portando a casa l’ennesimo referto rosa di questa splendida stagione.
La temperatura del PalaMazzali e’ in linea con questo scorso di stagione, ossia parecchio calda, ma non cosi’ le mani dei giocatori. Il primo quarto e’ un festival di tiri sbagliati, e finisce con un inusuale 13-13. Per i bolzanini solo Mario Allen sembra avere le chiavi del canestro, e unisce alla sua solita difesa anche un buon contributo offensivo.
Ma i Piani sembrano un po’ distratti, subiscono canestri anche banali da sotto, che si spiegano anche con le rotazioni ridotte all’osso per Minati: alla cronica assenza di Fontana si somma un Zaharie che deve ancora recuperare dal malanno alla caviglia e gioca comprensibilemnte sulle uova. A dare una mano allo stoico Somvi ci sono solo Federico Ferretti (che parte in quintetto) e Christian Bazzan, che gistra sempre da lungo atipico. Abbastanza normale quindi vedere ampi bravi di zona e qualche giro a vuoto nelle rotazioni, con avversari che possono riceve nei pressi del canestro (senza per fortuna, approfittarne appieno).
Ma il coach non e’ soddisfatto dell’approccio e, quando all’intervallo, si guadagna la strada degli spogliatoi sotto di due punti 26-28, la sua espressione e’ di quelle che promettono shampoo, barba e capelli per tutti.
Detto, fatto: gli occhi dei nostri eroi sono decisamente diversi, l’intensita’ sale di almeno due livelli e Sam Vettori vuole mettere la sua mano sulla gara. Iniziative in percussione, condite dalla solita classe, e con la collaborazione di un Bazzan che ha sempre tempi scenici ottimali per le sue coclusioni dall’arco (saranno 3 a fine gara).
I Piani si costruiscono un gruzzolo di 9 punti a fine quarto, che diventano 6 per una tripla stile “circus” di Boniolo a fil di sirena.
E non è finita qui: Breggiè estrae dal cilindro 2 bombe in fila, e la gara ritorna punto a punto. La partita continua a non avere un padrone, le difese beneficiano di un arbitraggio “all’inglese” che tollera anche contatti che al pubblico (foltissimo e con buona rappresentanza patavina) sembrano falli.
Su un’azione, emblematica, la garasembra decidersi: una serie di rimpalli in pieno stile calcistico, con tuffi e deviazioni, fnche’ la palla finisce nelle mani di Sam Vettori al 23esimo secondo dell’azione: tripla in corsa e schiaffo alla retina, con il PalaMazzali che “viene giu” per l’ennesima volta .
Neanche il tempo di rifiatare che a Sam viene fischiato il 5o fallo (ci permettiamo, un po’ fiscale, visto il metro, ma tant’e').
Altri brividi lungo le schiene bolzanine, ma il vantaggio di 3 punti resta tale ed un glaciale Julian Somvi (che, leone silenzioso, ha unito ai 15 punti ben 18 rimbalzi) sancisce dalla lunetta il vantaggio.
C’e’ solo tempo per registrare l’espulsione del coach ospite Imbimbo ed i due liberi di un positivo Tiribello, per il 66-58 finale.
Non e’ stata una bella gara, ma stiamo entrando nel vivo e le partite assomiglieranno sempre piu’ a questa: dure, spigolose e dove la grinta e la fame faranno la differenza, specie se accompagnate alla lucidita’.
Adesso spazio alla meritata pausa di Pasqua. Ma il 14 aprile i Piani sono attesi all’ennesimo esame: si va ad Ormelle, capolista non piu’ solitaria e desiderosa di rivincita dopo la sconfitta contro Arzignano.
I Piani ci vanno con la serenita’ e la forza di poter guardare negli occhi qualunque avversario, anche i favoriti per la vittoria finale.
Ma prima, buona Pasqua ai nostri sostenitori e a tutti i Pianisti!

NOTE:
Tiri da 3 punti: Piani (Bazzan 3, Allen, Vettori), Petrarca (Breggiè 3, Bozhenski, Basso, Boniolo, Salvato)
Usciti per falli: Piani (Vettori), Petrarca (nessuno);
da http://www.uspiani.it/


Il colpo gobbo a Bolzano è soltanto sfiorato. Per metà gara, il Petrarca ha pregustato la possibilità di un raid esterno sul campo della terza forza del campionato, ma ha dovuto poi inchinarsi al Piani, che nella ripresa ha ribaltato l’inerzia dell’incontro a proprio favore. Una partita divertente e gradevole, macchiata però da un arbitraggio insufficiente e irritante. Negli ultimi secondi di gioco, la coppia arbitrale veneziana ha espulso (giustamente) per proteste coach Imbimbo, finora mai sanzionato neppure con un fallo tecnico in C Regionale.
Ma ciò che lascia l’amaro in bocca è l’atteggiamento strafottente dei due uomini vestiti in grigio per l’intero arco di gioco. Desta sconcerto come al momento dell’espulsione di Nicola Imbimbo, il primo arbitro abbia mantenuto le distanze non trovando neppure il coraggio di comunicare al diretto interessato la propria decisione. Tutto era nato da un intervento falloso ai danni di Gabriele Salvato, sul quale i direttori di gara avevano (ingiustamente) sorvolato, non assegnato neanche la rimessa agli ospiti, dopo che la palla, roteando attorno al ferro, era stata smanacciata a lato dalla difesa locale. Da qui, sono scaturite le rimostranze dell’allenatore bianconero e la sua uscita anticipata dal rettangolo di gioco, mentre il tabellone luminoso segnava 63-58.
In seguito, Somvi e Tiribello hanno infilato altri tre liberi suggellando il 66-58 del 40’. Forse, il Petrarca non sarebbe comunque riuscito ad aggiudicarsi la vittoria, ma avremmo auspicato un comportamento più consono, meno presuntuoso e indisponente, da parte degli arbitri. La svolta alla sfida era però arrivata a 100 secondi dall’ultima sirena con i bianconeri sotto di 3 lunghezze (58-55). Su un pallone vagante intercettato da Stanislav Bozhenski si gettavano pure Salvato e Zaharie. La sfera terminava nelle mani del cecchino Vettori, che con un terzo tempo sparava in sospensione dai 7 metri una tripla devastante (61-55). Salvato al tiro franco e Giovanni Basso accorciavano a -3 il divario (61-58), quando il cronometro concedeva meno di 24 secondi al termine. Il fallo sistematico non pagava e l’ex Triveneta Gattamelata Somvi realizzava dalla linea della carità (63-58), prima dell’epilogo sopradescritto.
Della difficile trasferta di Bolzano, resta in ogni caso la bella prova dei nostri ragazzi, che hanno giocato a viso aperto contro una compagine di notevole spessore tecnico. Nel primo tempo, Il quintetto patavino ha tenuto testa alla formazione di Minati mostrando un buon basket. Il Piani è pervenuto al +9 del massimo vantaggio (47-38), grazie a una bomba di Bazzan, a cui ha subito replicato Fabio Boniolo. Dal perimetro, fatta eccezione per capitan Bozhenski in giornata negativa (ma il suo contributo è stato ineccepibile in difesa), gli alfieri bianconeri hanno sganciato 7 siluri con un Giacomo Breggiè praticamente perfetto (3/3 dall’arco). Nella fase difensiva, sempre Salvato si è distinto per la sua marcatura e le tre stoppate rifilate a Samuele Vettori, capocannoniere del torneo, rimasto quasi a secco (due soli punti) nella porzione iniziale trasformando 6 dei suoi 8 punti dalla lunetta nel terzo periodo.
La prossima tappa, passate le vacanze pasquali, vedrà impegnato il gruppo della C in casa, domenica 15 aprile (ore 18.30), contro la Trevigiana, che proprio in coabitazione con i bolzanini occupa la terza piazza della graduatoria.
http://www.pataviumpetrarca.it/


di Redazione PlayBasket



Piani Bolzano

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Ferrari A. [#4] 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Tiribello F. [#6] 8 - - - - - - - - - - - - - - -
Pizzo D. [#7] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Vettori S. [#8] 15 - - - - - - - - - - - - - - -
Gaye I. [#9] 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Allen M. [#10] 11 - - - - - - - - - - - - - - -
Bazzan C. [#11] 9 - - - - - - - - - - - - - - -
Ferretti F. [#18] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Zaharie A. [#19] 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Somvi J. [#20] 15 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  66 - - - - - - - - - - - - - - -




Petrarca Padova

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Basso G. 19 - - - - - - - - - - - - - - -
Boniolo F. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Bozhenski S. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Breggiè G. 11 - - - - - - - - - - - - - - -
De Agostini E. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Guberti D. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Marini L. 4 - - - - - - - - - - - - - - -
Millevoi F. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Salvato G. 12 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  58 - - - - - - - - - - - - - - -



C Gold2011/2012
Girone Unico »
« Play-Off
Gruppo Unione Basket Padova