Si interrompe dopo quattro gare la serie utile del Guerriero Petrarca, costretto a cedere il passo a San Vendemiano. Nell’ultima giornata d’andata della Serie B Old Wild West, i ragazzi di coach Volpato giocano una partita dal doppio volto contro una delle big del campionato: dopo essere sprofondati a -28 (59-31) danno forma e sostanza a una rimonta di carattere risalendo fino al -8 (70-62)  L’epilogo, però, dice bene alla Rucker che può tirare un sospiro di sollievo strappando il pass per i quarti di finale della Coppa Italia, a cui accedono le prime due classificate di ciascuno dei quattro gironi della Serie B al termine della fase d’andata.

Corrado Bianconi (19 punti con 7/11 dal campo e 5 rimbalzi) ha guidato la rimonta del Guerriero Petrarca a San Vendemiano (credit foto Dario Cechet)

Parte forte e aggressiva la formazione di coach Mian (6-0), mentre dall’altra parte è il solo Basile a realizzare (8-4). Il Petrarca non riesce a limitare i palloni persi sulla metà campo offensiva subendo il contropiede micidiale di San Vendemiano (15-4). In uscita dal timeout, gli ospiti entrano in partita, ma un’altra accelerata spinge i padroni di casa fino a +14 (20-6). Padova riemerge con un break tutto griffato Maran (20-12), non capitalizzando tuttavia un paio di viaggi in lunetta (22-16).

Nella seconda frazione, il Guerriero continua a sprecare troppo sia a cronometro fermo, sia dalla distanza, concedendo spazio a un nuovo allungo trevigiano propiziato da un immarcabile Vedovato (33-16). Turel si sblocca proprio dalla linea dei liberi (33-19), ma non basta a tamponare l’emorragia (39-19). Sanve vola sulle ali dell’entusiasmo fino al +25 (46-21), chiudendo il primo tempo in totale controllo con una tripla di Hadzic da distanza siderale (49-25).

Morgillo abbozza una reazione a inizio ripresa (49-29), ma il Petrarca si trova davanti a un Everest da scalare (59-31). Missione impossibile? No, se Bianconi è on fire: il numero 18 del Guerriero si carica la squadra sulle spalle riportando i suoi a -14 prima di tornare in panchina con quattro falli a carico (62-48). Il dato è indicativo: nel solo terzo parziale (18-26), Coppo e compagni fattureranno in attacco più di quanto prodotto nei primi due (25) rianimando un match a senso unico (67-51).

Un timeout di coach Volpato (credit foto Rox)

L’ultimo quarto si apre con Morgillo a riportare i suoi a -13 (67-54). Poco dopo è il tiro dalla lunga distanza di Stavla a riaprire definitivamente la contesa (70-62). La Rucker si aggrappa al talento offensivo di Nicoli (75-62), ma non è ancora il momento di mollare per il Petrarca (75-65): due triple di un redivivo Turel riscrivono -8 sul tabellone luminoso (79-71). La gran rimonta petrarchina si esaurisce qui: San Vendemiano difatti non si lascia sorprendere, regalandosi una storica qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia (87-72).

RUCKER SAN VENDEMIANO – GUERRIERO PETRARCA PADOVA 87-72

RUCKER BASKETBALL SAN VENDEMIANO: Vedovato 16, Abramo, Sackey, Sanguinetti 12, Guazzotti n.e., Nicoli 18, Hadzic 21, Baldini 8, Colombo 8, Gobbato, Perin. All. Mian. Ass. Galigani.

UBP PETRARCA BASKET PADOVA: Basile 11, Bolpin 4, Adami n.e., Morgillo 11, Maran 6, Coppo 3, Stavla 3, Bombardieri 2, Pauro n.e., Borsetto 1, Bianconi 19, Turel 12. All. Volpato. Ass. Augusti.

Arbitri: Secchieri di Venezia e Rodi di Vicenza.

Note: parziali: 22-16, 27-9 (49-25), 18-26 (67-51), 20-21 (87-72). Tiri liberi: San Vendemiano 25/28, Padova 23/36. Tiri da due: San Vendemiano 16/33, Padova 14/31. Tiri da tre: San Vendemiano 10/27, Padova 7/24. Rimbalzi: San Vendemiano 39 (29+10), Padova 36 (24+12).

Gruppo Unione Basket Padova