Il Guerriero Petrarca inizia il 2023 con il piede giusto riprendendo da dove aveva lasciato. Al rientro dalla sosta natalizia, i bianconeri forniscono un’altra prestazione di squadra convincente infilando la quarta “perla” consecutiva, a riprova della netta inversione di rotta avvenuta nelle ultime sette giornate di campionato, che hanno portato in dote ben sei vittorie. La prima gara del nuovo anno era uno scontro diretto tra due formazioni appaiate in classifica. Il Guerriero ha dovuto sudare le fatidiche sette camicie per piegare la resistenza del Lissone Interni Brianza, allungando il passo soltanto nell’ultimo parziale in cui ha fatturato oltre 30 punti (33-21). È stata la partita delle prime volte. Per la prima volta in stagione, i ragazzi di coach Volpato hanno infatti chiuso scollinando quota 90. E per la prima volta il bilancio tra vittorie e sconfitte è ora in perfetta parità (7-7).

Mirco Turel, eletto “Pistolero LNP”: 26 punti contro Brianza (credit foto Rox)

Turel (26 punti con 4/4 da due e 6/12 da tre) è stato il mattatore della serata al PalaBerta di Montegrotto. Ma l’intera squadra ha confermato di essere in salute, sapendo stare anche nella sofferenza quando i brianzoli sembravano aver preso in mano l’incontro in avvio di ripresa. A cavallo di secondo e terzo quarto, Brianza confeziona un parzialone (0-14) che dal -9 (42-33) lo catapulta addirittura a +5 (42-47). I padroni di casa provano a parare i colpi, ma gli ospiti cavalcano ancora l’inerzia (52-58). La scelta di schierare una zona fluida con un quintetto più piccolo e dinamico, però, paga i suoi dividendi. La tripla di capitan Coppo, che festeggiava la presenza numero 200 con la maglia del Guerriero, vale il sospirato riaggancio sul tramonto della terza frazione (58-58).

Bugatti spara un’altra delle sue cartucce dall’arco ribadendo che la contesa si gioca sulle alte percentuali dal perimetro, dove tuttavia il Petrarca ha cominciato a stringere le maglie (59-62). Dopo il centro dalla lunga distanza di Bolpin (62-62), che aggiunge fosforo e velocità in cabina di regia, è il gioco da quattro punti materializzato da Bianconi a imprimere la sterzata definitiva (66-62). Stavla insacca poi la bomba del +7 (69-62) e da quel momento Padova non si volta più indietro (84-74). Il doppio punto esclamativo ce lo mette un ispirato Turel (suo il titolo di “Pistolero LNP” del girone B) con un’ultima tripla e una stoppata a fissare il risultato finale (91-79).                  

Il Guerriero Petrarca si congeda tra gli applausi al tifo del PalaBerta (credit foto Rox)

Nell’ultima giornata d’andata della Serie B Old Wild West, il Petrarca andrà a far visita alla Rucker, un’altra big del campionato al pari di Mestre, affrontata in trasferta una settimana prima di Natale. Al PalaSaccon di San Vendemiano, domenica prossima (ore 18), i bianconeri troveranno un’avversaria di rango: una squadra arrabbiata (dopo il capitombolo patito a Monfalcone) e desiderosa di riscatto per centrare i quarti di finale della Coppa Italia.  

GUERRIERO PETRARCA PADOVA – LISSONE INTERNI BRIANZA 91-79

UBP PETRARCA BASKET PADOVA: Basile 13, Bolpin 10, Vinciguerra n.e., Marchesini n.e., Morgillo 16, Maran 2, Coppo 8, Stavla 3, Bombardieri 2, Borsetto, Bianconi 11, Turel 26. All. Volpato. Ass. Augusti.  

BRIANZA CASA BASKET: Bugatti 20, Poser 2, Bertini 11, Galassi 28, Redaelli n.e., Fabiani, Todeschini 6, Lanzi 8, Contestabile n.e., Jovanovic, Adamu 2, Pirola 2. All. Lombardi. Ass. Micheloni.

Arbitri: Zuccolo di Pordenone e Bragagnolo di Codroipo (Ud).

Note: parziali: 24-22, 18-16 (42-38), 16-20 (58-58), 33-21 (91-79). Tiri liberi: Padova 18/29, Brianza 10/19. Tiri da due: Padova 17/27, Brianza 12/31. Tiri da tre: Padova 13/36, Brianza 15/33. Rimbalzi: Padova 45 (32+13), Brianza 36 (25+11). Assist: Padova 19, Brianza 14.

Gruppo Unione Basket Padova