Il meridione si conferma terra di conquista del Guerriero Petrarca Padova. Nel turno infrasettimanale della Serie B Old Wild West, i bianconeri vanno a cogliere un importante successo espugnando il PalaPadua di Ragusa al termine di una partita sempre condotta e a un certo punto perfino dominata, quando il margine ospite aveva toccato addirittura le 24 lunghezze. Soltanto l’ultimo quarto ha riservato qualche brivido, complice la risalita della formazione siciliana, capace di rimettere tutto in discussione. Alla fine, però, è il Guerriero a portare a casa la sua quarta vittoria in campionato, trascinato dallo “zar” Ivan Morgillo, autore di 29 punti con medie sontuose al tiro (10/14 dal campo e 6/6 dalla lunetta).   

Ivan Morgillo, lo “zar” è stato l’MVP a Ragusa (credit foto Rocco Antonio D’Argento)

Fasi poco nitide e qualche palla persa di troppo da ambo le parti hanno aperto un confronto in cui ogni possesso sembra pesare più del dovuto. C’è in effetti equilibrio, anche se poi Morgillo raccoglie l’ispirazione infilando due triple a stretto giro di posta (8-13). Turel allunga sul +7 (8-15), Ragusa può rifiatare con un microparziale (12-15), ma deve fare i conti con le leve di Morgillo, che domina anche sotto i tabelloni convertendo in oro tutto ciò che passa tra le sue mani (12-22). Saranno ben 15 i punti del centro napoletano realizzati nel solo primo quarto in cui il Petrarca doppia i padroni di casa (12-24).  

Il Guerriero controlla le operazioni anche nel secondo periodo, dove il ritmo di gioco è un po’ meno intenso (17-27). L’andamento di gara resta comunque elastico: Ragusa rintuzza (21-29), la tripla di Bolpin la ricaccia indietro (21-32). Volpato rispedisce in campo Morgillo, che segna in contropiede il +13 su un assist al bacio dello stesso Bolpin (23-36), salvo poi uscire per una gomitata. Turel e Bianconi producono un altro parziale per il +19 (23-41) a legittimare un predominio bianconero a metà percorso (26-41).

Al rientro dagli spogliatoi, si rivede subito Morgillo con un’altra “granata” scagliata dall’arco (26-44). Dall’altra parte, Bocchino sceglie la carta della zona, ma a punire la difesa avversaria è un’altra tripla di Maran (28-47). Cassar rianima la formazione sicula (33-47), ma l’asse Basile-Morgillo continua a fatturare sul pick and roll (33-51). Anche quando Ragusa tenta nuovamente di riavvicinarsi (37-51), il Petrarca non sbaglia davvero nulla e con un Morgillo incontenibile può volare sulle ali dell’entusiasmo (37-61). Basta però un calo di concentrazione per riaccendere le speranze di rimonta siciliane (46-63).

Corrado Bianconi, dopo Desio, un’altra gara convincente (credit foto Rocco Antonio D’Argento)

È un primo campanello d’allarme e la conferma proviene da Cassar, bravo a prendere per mano i compagni (48-63). Il Petrarca rallenta in maniera evidente e anche il suo vantaggio tende ad assottigliarsi (57-67). Ianelli stampa la tripla, che riporta il gap sotto la doppia cifra dopo un’eternità (60-67), e allora tocca a Bianconi sbrogliare una matassa intricata con un sottomano d’alta scuola. È suo anche il tiro da tre che scaccia via gli ultimi fantasmi (61-74). I bianconeri tornano subito a vincere (66-75) dopo lo stop casalingo inflitto dall’Aurora Desio, battuta a domicilio nel turno infrasettimanale da Monfalcone (63-69).

Falconstar Monfalcone che sarà anche l’avversaria di domenica prossima (ore 18) al PalaBerta di Montegrotto, dove i ragazzi di coach Volpato proveranno a bissare il successo centrato al PalaPadua di Ragusa, prima del derby contro la corazzata Mestre, previsto per domenica 18 dicembre (ore 18) a Trivignano.

EKSO VIRTUS RAGUSA – GUERRIERO PETRARCA PADOVA 66-75

VIRTUS KLEB RAGUSA: Zanetti 11, Valenti 2, Epifani, Simon 8, Mirabella n.e., Festinese, Guccione n.e., Tumino, Cassar 20, Gaetano 12, Milojevic n.e., Ianelli 13. All. Bocchino. Ass. Di Gregorio.

UBP PETRARCA BASKET PADOVA: Basile 2, Bolpin 7, Vinciguerra n.e., Morgillo 29, Maran 3, Coppo 6, Stavla, Bombardieri, Borsetto 2, Bianconi 17, Turel 9. All. Volpato. Ass. Augusti.

Arbitri: Fusari di San Martino Siccomario (Pv) e Purrone di San Giorgio Bigarello (Mn).

Note: parziali: 12-24, 14-17 (26-41), 20-22 (46-63), 20-12 (66-75). Tiri liberi: Ragusa 17/22, Padova 13/19. Tiri da due: Ragusa 14/34, Padova 16/29. Tiri da tre: Ragusa 7/27, Padova 10/31. Rimbalzi: Ragusa 39 (25+14), Padova 38 (28+10). Uscito per 5 falli: Gaetano.  

Gruppo Unione Basket Padova