Il Guerriero torna a casa, scontro d’alta quota con Pordenone! Domenica altro match di cartello per la prima del 2020 al Pala Savio

da | Gen 23, 2020 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

A distanza di oltre un mese dal big match contro la Virtus Murano, il Guerriero rientra tra le mura amiche del Pala Savio per un altro scontro diretto imperdibile che coincide anche con il suo debutto casalingo nel nuovo anno solare. Domenica, ore 18, l’Unione riceve il Sistema Pordenone con l’obiettivo di rifarsi dalla sconfitta patita all’andata, ma soprattutto di custodire quel primo posto – attualmente in condivisione con Oderzo -, riconquistato a Riese Pio X nella prima giornata di ritorno del campionato di C Gold.

L’AVVERSARIA. Assieme all’Abano Montegrotto, che vanta una striscia aperta di sei vittorie consecutive, Pordenone è indubbiamente la squadra del momento. I ragazzi di coach Marzio Longhin hanno vinto tre delle ultime quattro partite infliggendo una severa lezione nelle recenti gare casalinghe a due dirette concorrenti come Jadran Trieste (80-51) e Oxygen Bassano (74-58). A convincere è stato soprattutto il rinnovato equilibrio del quintetto friulano e in questo senso è stato determinante a metà dicembre l’inserimento nel roster dell’esperto lungo senegalese Diadia Mbaye, arrivato a dar man forte da Pescara e che in Veneto era già stato nel biennio 2015-2017 indossando le maglie di Mestre e Jesolo.

QUI UNIONE. Come già annunciato, il Guerriero è intenzionato a riscattare il ko subito all’andata, giunto al termine di un confronto che i pordenonesi hanno meritato di vincere in virtù anche delle alte percentuali dall’arco (85-76). «Strutturalmente il Sistema è una squadra da categoria superiore», analizza Giuliano Calgaro, «Ha una batteria di lunghi molto buona e con Mbaye ha aggiunto uno dei centri più potenti della C Gold. Truccolo resta il suo faro: è un gran realizzatore, ma è anche capace di mettere in ritmo i compagni. La partita andrà vinta sugli esterni, tornando a difendere con maggiore attenzione: non dobbiamo commettere lo stesso errore di Riese, dove non siamo riusciti a capire quando era il momento di essere più aggressivi e contenere in difesa. Se battiamo Pordenone, che in questo momento è la squadra più in forma con il BAM, possiamo davvero ambire ad arrivare fino in fondo».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova