Guerriero, battere Caorle per cancellare la débacle di Jesolo Calgaro: «Questa partita e il derby definiranno il nostro campionato»

da | Feb 7, 2020 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Dopo il grande “gelo” di Jesolo (-32 il passivo finale), il Guerriero è chiamato a rialzare subito la testa contro un’altra avversaria che naviga in cattive acque. Domenica, ore 18, sarà Caorle a fare scalo al Pala Savio, alla ricerca di punti utili per levarsi dalle sabbie mobili della bassa classifica. Reduci da un capitombolo senza precedenti, Andreaus e compagni non possono permettersi altre cadute rovinose, se vogliono riprendere immediatamente la loro marcia verso il vertice.

L’AVVERSARIA. Il campionato di C Gold ha confermato ancora una volta di essere molto, ma molto livellato: i valori sono piuttosto simili e ogni weekend può accadere qualsiasi cosa. Caorle è una di quelle squadre che come Jesolo non va sottovalutata, anche perché nelle ultime settimane sta tentando di invertire la rotta in seguito a un paio di avvicendamenti sostanziali: il primo ha riguardato la panchina, dove Lino Frattin ha ceduto il timone al giovane vice Alberto Zorzi, l’altro ha interessato il roster con il play svedese Jordan Geremi Lou che ha fatto le valigie per la Germania; il suo posto è stato preso dallo sloveno Milorad Sedlaveric, anche se in realtà quest’ultimo ha un altro ruolo, trattandosi di un lungo proveniente dalla massima categoria bosniaca. Sì, è vero: i caorlotti hanno vinto soltanto una volta nelle ultime cinque giornate, ma lo hanno fatto a Trieste sbancando il fortino di una diretta concorrente dell’UBP e per il resto hanno lottato a lungo contro tutte le altre avversarie.

QUI UNIONE. La partita dell’andata segnò la svolta per la stagione dei ragazzi di Giuliano Calgaro: dopo due ko consecutivi, infatti, il Guerriero infilò cinque vittorie di fila issandosi nelle primissime posizioni. Fu anche il preambolo alla vittoria nel derby di Montegrotto. Tornare a vincere, dopo la scoppola di Jesolo, significherebbe andare alla sosta con il morale giusto, in vista dell’attesissima gara di ritorno con i termali, in programma al Pala Savio (ore 21) nel turno infrasettimanale di mercoledì 19 febbraio. «A Jesolo siamo arrivati dopo aver superato Pordenone e aver consumato tante energie nervose», sottolinea coach Calgaro, «C’è stato un abbassamento di tensione e avevamo bisogno di rifiatare. Certo, una sconfitta del genere può lasciare addosso un po’ di scorie. Voglio pensare, però, che sia stato solo un passaggio a vuoto. Ora bisogna che ci ricompattiamo e ritroviamo fiducia con il contributo di tutti. Ci aspettano due partite che potrebbero realmente definire il nostro campionato. Le giocheremo in casa, dove non dobbiamo perdere. Non so se saremo brillanti, ma è necessario disputare una partita fisica già contro Caorle. Sono curioso di vedere di che pasta siamo fatti».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova