Scattano i playout, Guerriero e Montebelluna tornano a contendersi la salvezza A distanza di un anno la rivincita. Chinellato: «Stavolta deve andare diversamente»

da | Mag 4, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Come l’anno scorso, il Guerriero deve giocarsi la salvezza ai playout e nel primo turno l’avversaria è ancora Montebelluna. Anche stavolta l’UBP potrà contare sul fattore campo in una serie da disputare al meglio delle tre partite, che scatta dal match in programma domenica, ore 18, al Pala Savio. Gara-2 è prevista per domenica 12 maggio, ore 18.30, a Montebelluna, mentre per l’eventuale “bella” si tornerà mercoledì 15 maggio, ore 21, nel catino di Mortise. Dall’altra parte del tabellone playout, l’incrocio sarà fra Cestistica Verona e Vigor Conegliano.

L’AVVERSARIA. La squadra trevigiana, allenata da un coach navigato come Claudio Rebellato, ha chiuso la regular season al terzultimo posto aggiudicandosi la posta in palio contro Murano nell’ultimo turno (72-55). Una vittoria ininfluente ai fini della classifica, in quanto il “Monte” era già sicuro del posto in griglia playout, ma che è corrisposta a una sostanziale iniezione di fiducia in vista della post season.

I PRECEDENTI. Si ripropone lo stesso scontro della scorsa stagione, quando Montebelluna violò di misura il campo di via Cardan (81-83) per poi bissare al Pala Frassetto nella sfida di ritorno (85-65), rimandando Padova al secondo turno playout. Match winner di gara-1 nel 2018, grazie a un canestro in entrata a 2’’ dalla sirena, fu Andrea Sacchet, che quest’anno è il principale terminale offensivo dei “delfini” con quasi 17 punti di media. Sono invece favorevoli all’Unione i due confronti diretti dell’annata in corso: 63-80 all’andata e 72-51 al ritorno. 

QUI UNIONE. Il Guerriero è deciso a chiudere i conti già al primo turno, affidandosi a un gioco fatto di ritmo, intensità e velocità, diventato a tutti gli effetti il suo marchio di fabbrica. «Se siamo al completo e in buone condizioni di salute, abbiamo già dimostrato che possiamo vincere contro chiunque», sottolinea Eros Chinellato, «Come sempre dipenderà da noi: se facciamo la nostra partita, non sarà facile starci dietro. Dovremo però essere bravi a restare sempre lì con la testa, senza farci condizionare dal gioco avversario. Montebelluna l’abbiamo già battuta due volte, ma i playout sono un’altra cosa. È una squadra pericolosa che attua un pressing a tutto campo e spinge in transizione. Non ha lunghi di ruolo, ma in compenso ha una batteria di esterni importanti. So come è andata l’anno scorso, ma stavolta dovrà essere diverse. Vogliamo questa salvezza e cercheremo di prendercela già a cominciare da gara-1».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova