Passa anche Udine al Pala Savio, l’UBP sciupa un’altra occasione C Gold, sabato prossimo sarà derby a Bassano

da | Mar 4, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Il Guerriero non riesce ancora a far rispettare il fattore campo: dopo l’amaro ko nel turno infrasettimanale contro Riese Pio X, l’UBP lascia per strada altri due punti pesanti venendo stoppato anche da Udine. La seconda sconfitta casalinga consecutiva matura al termine di una prestazione sottotono da parte dell’Unione, a cui ha invece fatto da contraltare la grande vena realizzativa al tiro dalla lunga distanza da parte della compagine udinese. Saranno ben 12 triple messe a segno dagli ospiti, la metà delle quali registrate soltanto nel primo periodo.

Il quarto iniziale è di pura sofferenza per i padroni di casa, orfani del lungodegente Chinellato e dell’indisponibile Bruzzese, oltreché di Scattolin, presente in panchina per semplice onor di firma. Il Guerriero illude arrivando con facilità al ferro nel primo giro di lancette (6-3), ma nei 2’ iniziali concede spazio alle quattro triple consecutive della Latte Blanc (6-12). La formazione di coach Paderni non sbaglierà nulla, ma è anche la difesa locale a permettere troppi tiri aperti o non contestati (12-22). Alla prima pausa, i punti da rimontare sono già 12 e l’inerzia è decisamente a favore degli ospiti (18-30).

Udine continua a seguire vie perimetrali e appena può colpisce in transizione, con Tirelli e Davanzo ad allungare fino al +19 (22-41 al 15’). Padova invece vive di qualche sussulto rientrando a -13 con un gioco da tre punti di Andreaus (30-43), ma all’intervallo lungo il suo ritardo lievita nuovamente (33-49).

Al rientro dagli spogliatoi, il Guerriero prova a riavvicinarsi: le triple di Augusti jr. e Andreaus lo riportano a -10 (50-60 e 53-63), mentre i successivi liberi di Seck rintuzzano il gap per la prima volta sotto la doppia cifra (55-63).

Al via dell’ultima frazione, però, Udine rimette una luce di 13 lunghezze (57-70) e qualche fischio arbitrale controverso non agevola la rimonta padovana, condizionata anche dagli errori al tiro da fermo. Andreaus e Augusti firmano per due volte il -9 (61-70 e 64-73), ma a quel punto è Udine a riallungare (64-79), chiudendo i conti in anticipo (71-90).

La classifica lascia poco margine di manovra al Guerriero, obbligato a fare risultato già a partire dal derby di sabato prossimo (ore 20.30) a Bassano per levarsi dalla zona playout e non perdere contatto con il nono posto che significa salvezza diretta.   

 

GUERRIERO PADOVA – LATTE BLANC UDINE 71-90

UNIONE BASKET PADOVA: Coppo, Augusti A. 10, Bovo 2, Scattolin n.e., Contin 5, Seck 14, Borsetto 3, Di Falco 5, Stavla, Gamberoni n.e., Andreaus 21, Ragagnin 11. All. Augusti C. Ass. Garon. 

UDINE BASKET CLUB: Losito 16, Cianciotta 9, Chierchia n.e., Di Giovanni 5, Aloisio 5, Pignolo 8, Azzano 4, Avanzo 7, Tirelli 12, Chiti 24. All. Paderni. Ass. Basso.

Arbitri: Dian di Scorzè (Ve) e Colinucci di Falcade (Bl).

Note: parziali: 18-30, 15-19 (33-49), 24-16 (57-65), 14-25 (71-90). Tiri liberi: Padova 17/28, Udine 4/6. Tiri da due: Padova 18/45, Udine 25/49. Tiri da tre: Padova 6/31, Udine 12/30. Rimbalzi: Padova 47 (28+19, Seck 11), Udine 47 (33+14, Chiti 10). Fallo antisportivo: Losito (6’).

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova