Il Sistema funziona meglio dell’Unione Il Guerriero paga dazio sulle 14 triple di Pordenone

da | Ott 7, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

C’è un dato che fotografa la gara tra Pordenone e Guerriero: le 14 triple messe a segno dai padroni di casa, capaci di realizzare dall’arco con il 42%. È stato il fattore fondamentale di una partita che avrebbe potuto seguire anche un copione diverso, se solo Padova fosse riuscita a ricompattarsi in difesa nel momento in cui i frombolieri del Sistema hanno aperto il fuoco alla massima gittata, ovvero a metà del terzo quarto, quando l’UBP è scivolata in un amen a -8 (55-47 al 26’).

La chiave di volta sta tutta qui perché per il resto aveva prevalso l’equilibrio dopo un avvio di marca biancoscudata (5-14 al 6’). Mancava Contin, rimasto a riposo precauzionale per risolvere i suoi guai muscolari, mentre al posto di Campiello (reduce da un viaggio di lavoro in Svizzera) parte in quintetto Borsetto. Dopo la partenza decisa dell’Unione, si intuisce presto che il Sistema sta per vivere una grande serata al tiro dalla linea dei tre punti: le triple di Buscaino e Truccolo mettono in ritmo l’attacco friulano (11-14), anche se dall’altra parte c’è pure Chinellato gonfiare la retina dalla lunga distanza (13-17). Dopo il sorpasso firmato dal solito Truccolo (20-17), Padova riesce a presentarsi avanti alla prima pausa grazie a un buzzer beater di Scattolin da quasi metà campo (20-21).

È lo stesso play padovano a tentare il nuovo allungo all’inizio del secondo periodo (22-27), ma Pordenone dimostra di non avere soltanto il tiro pesante come arma principale. Paunovic si fa infatti largo vicino al ferro aprendo la strada al controparziale di Pordenone (39-34), prima che un ispirato Chinellato riporti gli ospiti in scia all’intervallo lungo (42-40).

Il Sistema prova ancora ad allungare a inizio ripresa (47-42), imbattendosi però nella pronta risposta padovana che porta al pareggio di Tognon (47-47). Sono due bombe, sganciate da Buscaino e Colamarino in meno di 30 secondi, a spezzare definitivamente gli equilibri (55-47). È la svolta della sfida con Colomarino ancora implacabile nel proiettare la Winner Plus sul +13 verso la fine del terzo quarto (66-53).

Coach Calgaro si gioca la carta della zona nell’ultima frazione, ma l’“azzardo” non paga i suoi dividendi: il Guerriero sprofonda infatti a -20 dopo due triple filate di un Buscaino dalla mano caldissima (75-55). Solo nel finale il sussulto d’orgoglio dell’UBP rende meno amaro un risultato oramai già scritto (85-76).  

 

WINNER PLUS PORDENONE – GUERRIERO PADOVA 85-76

SISTEMA BASKET PORDENONE: Michelin n.e., Tonello, Vendramelli 11, Gelomini 2, Colamarino 20, Panunovic 8, Pellot 7, Buscaino 12, Marzano n.e., Truccolo 19, Bet 4. All. Longhin.

UNIONE BASKET PADOVA: Stavla n.e., Gamberoni n.e., Cecchinato n.e., Tognon 8, Chinellato 23, Scattolin 19, Borsetto 2, Coppo 3, Di Falco 6, Andreaus 4, Bruzzese Del Pozzo, Campiello 11. All. Calgaro. Ass. Garon.

Arbitri: Bastianel di San Vendemiano (Tv) e Corrò di Camponogara (Ve).

Note: parziali: 20-21, 22-19 (42-40), 24-13 (66-53), 19-23 (85-76). Tiri liberi: Pordenone 15/19, Padova. Tiri da due: Pordenone 14/28, Padova 22/43. Tiri da tre: Padova, Pordenone 14/33. Palle perse: Pordenone 12, Padova 9.   

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova