Il Guerriero si sveglia tardi a Verona C Gold, le sorti dell'UBP si decideranno nell'ultima giornata

da | Apr 15, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Nella penultima giornata di C Gold, il Guerriero fallisce l’appuntamento con la vittoria a Verona, lasciando per strada due punti chiave per la salvezza diretta. I ragazzi di Augusti e Garon devono recitare il mea culpa per aver regalato i primi due quarti ai padroni di casa. Entrata in partita nella ripresa, Padova ha cercato di raddrizzare la situazione, ma non è riuscita a completare la rimonta dal -18 (50-32) mancando negli ultimi secondi l’aggancio che avrebbe prolungato la sfida all’overtime (77-73).  

È proprio una partenza disastrosa a penalizzare gli ospiti nel lungo periodo. La Cestistica Verona sfrutta la maggiore fisicità sotto canestro trovando spazio anche per colpire dal perimetro. Il risultato è un 22-8 sul finire del primo quarto, che ammette ben poche repliche. Nel secondo quarto, Chinellato, non al meglio della condizione per un problema alla schiena, prova a mettere una pezza, assieme a Scattolin (23-14). Seck ricuce lo strappo al -6 (25-19), ma gli scaligeri continuano a imperversare: Damiani allunga a +15 (36-21 al 15’), scarto che verrà ritoccato più volte nel corso del parziale. Sarà infatti la tripla di Croce a rimettere un margine di 15 lunghezze a ridosso della pausa lunga (47-32).

Al rientro in campo, Croce si ripete subito fissando il +18 del massimo vantaggio (50-32). Il Guerriero però si è risvegliato e inizia a lavorare ai fianchi dell’avversario limando il gap fino al -9 con una tripla di Andreaus (55-46). Verona tenta allora di riallungare (61-48), ma quando suona la sirena dell’ultimo quarto l’Unione mantiene vive le proprie speranze (63-54).

Il gioco di tre punti di Andreaus riduce ancora il ritardo a -6 (63-57). Dall’altra parte, però, Damiani è implacabile nel ripristinare la doppia cifra (67-57). Diventa quasi un teorema: ogni volta che il Guerriero si riavvicina viene ricacciato indietro. Succede così fino a quando due triple di Andreaus lo riportano sotto (69-65). La Europe Energy tiene comunque botta realizzando con Massimo Bovo il +7 a meno di 1’ dalla scadere (74-67). Tuttavia, non è ancora finita: due bombe filate di Lorenzo Bovo e Ragagnin tengono aperta la contesa (74-73). Lo stesso Lorenzo Bovo deve spendere il fallo per fermare il tempo e Boscagin, la cui mano non trema dalla lunetta (76-73). Dopodiché è Ragagnin a non insaccare per due volte il tiro dalla lunga per il pareggio che avrebbe portato al supplementare. Il tempo a disposizione è troppo poco e Scattolin è costretto a commettere fallo su Massimo Bovo che archivia la pratica (77-73).  

Con i successi contemporanei di Oxygen Bassano e The Team Riese, il verdetto (salvezza o playout?) è rimandato tutto all’ultimo turno in calendario dopo la sosta pasquale. All’Unione, però, potrebbe non bastare battere Caorle, perché dovrà sperare anche che Riese perda a Conegliano per evitare le forche caudine dei playout.  

 

EUROPE ENERGY VERONA – GUERRIERO PADOVA 77-73

CESTISTICA VERONA: Bovo M. 9, Nicodemo n.e., Pacione n.e., Croce 20, Fabbian, Zenegaglia, Boscagin 16, Bolcato 11, Damiani 16, Elio n.e., Crestani 5, Filipozzi. All. Bianchi. Ass. Piotto.

UNIONE BASKET PADOVA: Coppo 2, Augusti A., Bovo 3, Chinellato 3, Scattolin 17, Borsetto, Di Falco 7, Stavla n.e., Andreaus 19, Bruzzese Del Pozzo, Seck 10, Ragagnin 12. All. Augusti C. Ass. Garon.

Arbitri: Dian di Scorzè (Ve) e Fior di Noale (Ve).

Note: parziali: 23-12, 24-20 (47-32), 16-22 (63-54), 14-19 (77-73). Tiri liberi: Verona 12/20, Padova 19/25. Tiri da due: Verona 19/37, Padova 15/34. Tiri da tre: Verona 9/27, Padova 8/33. Rimbalzi: Verona 45 (32+13, Damiani 11), Padova 43 (29+14, Seck 11).

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova