Il Guerriero affronta un banco di prova insidioso a Bassano Il punto del ds Mozzo: «Le trasferte a Bassano e Mirano rappresentano un’incognita»

da | Nov 23, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Si apre a Bassano una serie di partite indicative per il Guerriero Padova. Quattro gare, tre in trasferta e una in casa, che dovrebbero dire se l’Unione merita o meno di frequentare le zone nobili della classifica. Il primo di due incontri esterni consecutivi, a cui seguiranno gli impegni a Mirano e Codroipo, intervallati dalla sfida casalinga con Verona, si gioca domenica, ore 18, al Pala Angarano di Bassano del Grappa su un campo tra i più ostici del campionato di C Gold.

L’AVVERSARIA. A parte la sconfitta dell’esordio contro Pordenone, l’Oxygen Bassano non ha mai fallito l’appuntamento con la vittoria tra le mura amiche. Anche in questa stagione, la formazione di coach Papi vanta il roster più giovane della categoria con elementi talentuosi e futuribili impegnati nel torneo Under 18 Eccellenza. Tra i “veterani” del gruppo vicentino Nemanja Gajic e Matteo Tersillo, che viaggiano a 15 e 11 punti di media, si stanno confermando due autentici trascinatori, reggendo il peso dell’attacco assieme a Destiny Agbamu e Matteo Bogliardi, anche se l’Oxygen non offre dei veri e propri punti di riferimento perché tutti i suoi giocatori riescono a rendersi pericolosi.  

QUI UNIONE. In settimana, l’UBP ha festeggiato il compleanno di capitan Andreaus con il morale alto dopo i cinque successi consecutivi che l’hanno proiettata al secondo posto della graduatoria in coabitazione con Pordenone. Mancherà ancora all’appello Di Falco bloccato da un problema muscolare inguinale. «Abbiamo queste due trasferte a Bassano e Mirano che rappresentano un’incognita», analizza il diesse Ferdinando Mozzo, «Sul campo dell’Oxygen abbiamo spesso sofferto, mentre Mirano è una neopromossa che sta facendo molto bene in casa. Occorreranno la stessa concentrazione e volontà mostrate nelle ultime partite. Ci auguriamo tutti di continuare a esprimerci a questi livelli, ma dobbiamo pensare anche a raccogliere il più possibile per far fronte ai periodi di vacche magre. La classifica è molto corta e rispetto alla passata stagione, il campionato conta anche una squadra in meno: la quota playoff è sicuramente destinata ad abbassarsi. Dobbiamo mettere fieno in cascina, a partire dalla partita di Bassano che si presenta molto difficile, tenendo però ben presente che in questo momento sono gli avversari a doversi preoccupare del Guerriero».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova