Guerriero, salvezza o playout? Ultima chiamata: a Mortise arriva Caorle C Gold, ultimo turno di C Gold, l'UBP spera in una vittoria e un ko di Riese

da | Apr 26, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Ci siamo. Scocca l’ora dell’ultima partita di campionato per il Guerriero. È l’ultima occasione per conquistare la salvezza diretta senza passare per le forche caudine dei playout. Dopo il ko di Verona e la sosta pasquale, domenica, ore 18, l’Unione deve vincere contro Caorle tra le mura amiche del Pala Savio e poi sperare in un risultato favorevole da Conegliano, dove sarà impegnato The Team Riese. In caso di arrivo a pari punti con Bassano e i trevigiani, infatti, la classifica avulsa premierebbe Oxygen e UBP per miglior differenziale canestri negli scontri diretti che vedono le tre squadre appaiate a quota 4.

L’AVVERSARIA. Caorle è già matematicamente qualificata per i playoff, ma scenderà in campo per difendere il settimo posto insidiato da Jesolo che ha gli stessi punti, ma un quoziente canestri sfavorevole nel doppio confronto. Gli uomini di Nicola Ostan hanno guadagnato l’accesso ai quarti di finale dopo un girone di ritorno impreziosito dai successi su Falconstar Monfalcone e Csb Corno di Rosazzo, rimediando a una prima parte di campionato non in linea con le aspettative e il potenziale del roster. Proprio la gara d’andata, persa per un soffio (73-70), coincise con l’esordio del gigante lituano Pranas Skurdauskas, che sta viaggiando a 13.2 punti di media a partita e che ha impresso una fisionomia diversa al gioco di Caorle.

QUI UNIONE. Anche se il Guerriero non è padrone del proprio destino, deve solo pensare a vincere, confidando venga rispettato il fattore campo in Conegliano-Riese. «Non dipende solo da noi, ma dovremo cercare di sbrigare il nostro lavoro e poi vedere cosa succede», commenta coach Christian Augusti, «Caorle ha giocatori di nome e spessore. Il piano gara sarà quello di impedire e limitare i rifornimenti interni per Skurdauskas e Buscaino, organizzando una difesa squadra, per poi riaccoppiarci quando la palla esce sul perimetro evitando di subire il tiro dalla distanza».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova