Guerriero, la salvezza passa per la serie con Conegliano C Gold, gara-1 del 2° turno playout al Pala Savio

da | Mag 18, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

La “bella” di giovedì scorso ha sancito la salvezza per la Cestistica Verona, spedendo la Vigor Conegliano al secondo turno playout di C Gold (64-58). La serie tra il Guerriero e la formazione trevigiana deciderà quindi quale delle due squadre sarà la terza a retrocedere in C Silver dopo Arzignano e Udine. Sarà un altro scontro duro, sia sul piano fisico e sia dal punto di vista dell’intensità di gioco, tra due avversarie che fanno della corsa e dell’energia la loro cifra caratteristica. Se vorranno conquistare salvezza, i giovani dell’UBP dovranno raccogliere tutte le loro energie psicofisiche a partire già dal primo atto di domenica, ore 18, al Pala Savio.

L’AVVERSARIA. La Vigor è stato un cliente scomodo per tutti nel corso della stagione regolare. Lo sanno bene anche i ragazzi di Augusti e Garon, usciti sconfitti sia all’andata (62-75), sia al ritorno (80-69), con divari quasi speculari. Dopo una prima parte di campionato importante, in cui è stato anche in lizza per un posto al sole dei playoff, il quintetto di coach Fuser ha accusato una flessione nel finale venendo risucchiato in zona playout. A Verona, l’impresa di gara-1 aveva spianato la strada per la permanenza nella categoria, ma nel confronto successivo gli scaligeri si sono ripresi il fattore campo chiudendo la questione nella decisiva gara-3.

QUI UNIONE. A differenza di quanto aveva fatto nelle ultime giornate di regular season (eccetto la scivolata di Verona), il Guerriero non è riuscito a convincere in questi playout. Montebelluna ha vinto meritatamente una serie che ha visto Padova poco presente a livello mentale. «Dobbiamo azzerare e dimenticare quanto è successo finora», sottolinea coach Augusti, «Abbiamo di fronte una squadra rognosa che ci ha messo in grande difficoltà in entrambe le partite disputate. All’andata avevamo giocato una brutta gara, mentre al ritorno abbiamo faticato, anche perché Scattolin non stava ancora bene. Credo che sarà importante chiudere l’area in difesa per togliere ritmo a Conegliano, che se trova spazio per l’uno contro uno, può diventare pericolosa. Bisognerà impedire agli avversari di prendere velocità e farli attaccare solo a difesa schierata, ma prima di tutto dobbiamo tornare a essere noi stessi».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova