Guerriero, altra trasferta: sabato in visita a Mirano Secondo impegno esterno consecutivo dopo il ko di Bassano

da | Nov 29, 2019 | Home, Squadra Senior Maschile, Unione Basket Padova | 0 commenti

Meno di una settimana dopo il ko di Bassano del Grappa, il Guerriero dovrà andare ancora alla caccia di punti in trasferta. Il secondo impegno esterno consecutivo vede impegnati i ragazzi di Calgaro nella serata di sabato (ore 21) a Mirano. La classifica cortissima impone di riprendere subito a correre per riprendere la via della continuità e mettere altri punti preziosi in cascina.   

L’AVVERSARIA. Se l’Oxygen si è meritato l’appellativo di squadra insidiosa, Mirano si potrebbe definire quantomeno pericolosa in virtù delle sue caratteristiche che mal si attagliano a quelle dell’UBP. Giunta in C Gold in maniera meritata, ma inaspettata per le difficoltà incontrate all’inizio deella scorsa stagione, la formazione di Matteo Cibin sta ancora cavalcando l’entusiasmo della promozione. Il roster, confermato in blocco, può contare sull’esperienza dell’asse play-pivot Serena (Riccardo e Filippo) e sull’esplosività di Luca Vit, tornato a calcare i parquet del primo campionato regionale da protagonista (14.1 punti di media). Le uniche addizioni, rispetto ai playoff vinti nei mesi scorsi, sono state quelle del lungo Niccolò Scancelli e di Lorenzo Zorzi sugli esterni, reparto con diversi giocatori di striscia come Mattia Bonivento e Paolo Zanatta.

QUI UNIONE. In settimana, il presidente Antonio Vendraminelli è stato ospite degli studi di Telecittà, assieme a Eros Chinellato, Riccardo Gamberoni, Edoardo Scattolin e Alessandro Tognon, per la registrazione di “Storie di Sport”, il contenitore di Padova Sport Tv ideato e condotto da Stefano Viafora. Durante il programma si è parlato proprio della partita di Mirano, dove mancherà ancora l’infortunato “Ciccio” Di Falco. È possibile che il Guerriero debba rinunciare anche a Enrico Stavla, scavigliatosi nel match Under 18 Eccellenza vinto dal Petrarca a Bernareggio (75-76). In dubbio poi la presenza di Riccardo Contin, limitato da un problema alla spalla già a Bassano. «Mirano è una squadra fisica e particolarmente ostica, soprattutto quando gioca in casa», rileva Calgaro, «Bisogna che in difesa conteniamo i loro esterni, che sembrano leggeri ma in realtà hanno taglia fisica, togliendo ossigeno in particolare al play Serena, capace di imprimere ritmo a tutta la squadra. Mi aspetto anche che controlliamo meglio i rimbalzi difensivi perché nell’ultima gara ne abbiamo concessi troppi ai nostri avversari».

(foto Eleonora Pavan)

Unione Basket Padova su Facebook

Gruppo Unione Basket Padova