[et_pb_section bb_built=”1″ admin_label=”Sezione” fullwidth=”off” specialty=”on” transparent_background=”off” allow_player_pause=”off” inner_shadow=”off” parallax=”off” parallax_method=”off” padding_mobile=”off” make_fullwidth=”on” use_custom_width=”off” width_unit=”on” make_equal=”off” use_custom_gutter=”off” parallax_1=”off” parallax_method_1=”off” parallax_2=”off” parallax_method_2=”off”][et_pb_column type=”5_6″ specialty_columns=”5″][et_pb_row_inner admin_label=”Riga”][et_pb_column_inner type=”4_4″ saved_specialty_column_type=”5_6″][et_pb_post_title admin_label=”Titolo del Post” title=”on” meta=”on” author=”on” date=”on” categories=”on” comments=”on” featured_image=”on” featured_placement=”below” parallax_effect=”on” parallax_method=”on” text_orientation=”left” text_color=”dark” text_background=”off” text_bg_color=”rgba(255,255,255,0.9)” module_bg_color=”rgba(255,255,255,0)” title_all_caps=”off” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” /][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid”]

Davanti a una folta cornice di pubblico, il Guerriero Padova non tradisce le attese e ripaga la fiducia dei propri tifosi aggiudicandosi il derby con Mestre. La partita l’hanno sempre condotta i ragazzi di Nicola Imbimbo, capaci di mantenere un vantaggio da doppia cifra quasi costante e respingere al mittente ogni tentativo di recupero. Giocata su alti livelli di fisicità e intensità, la sfida ha avuto di fatto due grandi protagonisti su ambo i lati del campo: da una parte capitan Sabbadin (19 punti con 5/9 dal campo e 7/9 ai liberi) e Contin (26 punti con 5/9 da tre e 3/3 ai liberi), dall’altra Salvato (17 punti con 3/6 da tre) e Bei (27 punti con 9/18 dal campo e 12 rimbalzi).

1° QUARTO. C’è il tifo delle grandi occasioni al Pala Savio e una nutrita rappresentanza mestrina. L’Unione esce forte dai blocchi sulla spinta di Sabbadin, che sigla 13 dei suoi 19 punti soltanto nei primi 10’ di gioco (11-5). Gli ospiti impiegano in giro di lancetta per riportare il match sui binari dell’equilibrio rubando qualche palla “sporca” (11-11), ma da questo momento sarà sempre Padova a comandare. La circolazione di palla dei biancoscudati è fluida e quando il pallone arriva a Sabbadin le sue mani sono pronte a incendiare la retina dall’arco (22-14). È il via a un break locale (8-0), che si protrarrà fino al +13 di Dainese al termine del periodo (27-14).

2° QUARTO. Bordignon allunga il parziale favorevole (29-14). Mestre prova a restare aggrappato alla partita affidandosi al suo totem Bei, che continua a dominare sotto le plance (32-21). Alla tripla di Cucchi (32-34), risponde subito uno scatenato Contin, ispiratissimo dall’arco (35-24). Cucchi e Bei sfruttando tutta la loro stanza nel pitturato e dopo un arresto e tiro nel cuore dell’area di Boaro lo strappo viene ricucito al -6 (37-31). È ancora Contin a tenere i grifoni a debita distanza con una delle sue bombe (40-31), prima che Frasson fissi il nuovo +9 a metà gara sull’assist al bacio di Basso (42-33).

3° QUARTO. Padova resta in controllo anche dopo il riposo lungo issandosi a +16 grazie a un altro allungo (7-0), coronato dall’ennesima tripla dell’indiavolato Contin (49-33). I numerosi falli frammentano l’incontro, che resta tuttavia sempre corretto e intenso. Gli uomini di coach Volpato non sono disposti a mollare: il tiro da tre di Salvato dimezza lo svantaggio sotto la doppia cifra (54-46), ma ciononostante è un lay up di Dainese a fil di sirena della terza frazione garantiscono ancora un buon margine di sicurezza (58-46).

4° QUARTO. Mestre tenta il tutto per tutto giocandosi la carta della difesa a zona (58-50). La mossa sembra pagare i suoi dividendi, quando il tiro dalla lunga di Salvato rintuzza nuovamente al -7 (60-53). Contin conserva intatto il ritmo offensivo e assieme a lui anche l’intera squadra (63-53), perché poco dopo saranno una tripla dai 7 metri di Andreaus (70-57) e lo “schiaccione” da ovazione di Sabbadin a chiudere definitivamente i conti (73-60).

LA SITUAZIONE. Nel turno infrasettimanale di Ognissanti, le luci si sono accese anche negli altri palazzetti di C Gold. I risultati: Calligaris Corno di Rosazzo-Bluenergy Codroipo 85-71, Calorflex Oderzo-Rucker SanVe 85-107, Orange 1 Bassano-Sportschool Dueville 78-74, Tfl Garcia Moreno Arzignano-Europe Energy Verona 62-68, The Team Riese-Montebelluna 65-72, Gruppo Sme Caorle-Secis Jesolo (giovedì 2 novembre, ore 20.30), Ispem Trieste-Falconstar Monfalcone 70-74.   

 

GUERRIERO PADOVA – CIEMME MESTRE 78-69

UNIONE BASKET PADOVA: Sabbadin 19, Panaccione 1, Dainese 6, Contin 26, Basso 1, Andreoni, Di Falco, Andreaus 12, Frasson 2, Bordignon 11. All. Imbimbo. Ass. Castagnotto.

BASKET MESTRE 1958: Fabris n.e., Boaro 7, Bedin 1, Prete 2, Rosada 5, Rampado, Segato 2, Bei 27, Cucchi 8, Salvato 17. All. Volpato. Ass. Giangaspero.  

Arbitri: Occhiuzzi e Schiano di Trieste.

Note: parziali: 27-14, 15-19, 16-13, 20-23. Tiri liberi: Padova 22/18, Mestre 13/19. Tiri da due: Padova 16/44, Mestre 19/40. Tiri da tre: Padova 8/20, Mestre 6/25. Rimbalzi: Padova 45 (28+17, Andreaus 11), Mestre 38 (25+13, Bei 12).

[/et_pb_text][/et_pb_column_inner][/et_pb_row_inner][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_6″][et_pb_sidebar admin_label=”Barra Laterale” orientation=”right” area=”et_pb_widget_area_4″ background_layout=”light” remove_border=”off” /][/et_pb_column][/et_pb_section][et_pb_section bb_built=”1″ admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][/et_pb_row][/et_pb_section]